Dieci anni di Fondazione Bottari Lattes

Tra libri, arte, fotografia, musica e progetti con giovani e bambini Caterina Bottari Lattes racconta dieci anni della sua Fondazione e offre in dono quattro opere di Mario Lattes In compagnia di: Gian Luigi Beccaria, Giovanni Bàrberi Squarotti, Guido Harari e Alessandro Perissinotto

Premio biennale Mario Lattes per la Traduzione

Al via il Premio biennale Mario Lattes per la Traduzione La prima edizione è dedicata ai romanzi tradotti dalla lingua araba e coinvolgerà anche studenti delle università italiane Scadenza bando: 10 gennaio 2020

Alessandro Perissinotto con Il silenzio della collina (Mondadori)  vince il Premio Lattes Grinzane 2019 

   

Lectio magistralis di Haruki Murakami Un piccolo falò nella caverna

Premio Lattes Grinzane 2019 Haruki Murakami vincitore sezione La Quercia

MURAKAMI VINCITORE LA QUERCIA. ALAJMO, ECHENOZ, OMOTOSO, PERISSINOTTO E RANSMAYR FINALISTI IL GERMOGLIO

Premio Lattes Grinzane IX edizione

Mario Lattes artista poliedrico

Mostra organizzata da Fondazione Bottari Lattes in collaborazione con Famija Albèisa in occasione del Premio Lattes Grinzane 2019


.


FONDAZIONE


La Fondazione Bottari Lattes è nata nel 2009 e nel 2010 ha inaugurato la propria sede a Monforte d’Alba all’interno di un edificio storico, già sede del vecchio municipio. A Torino è presente con lo spazio espositivo Don Chisciotte, sede di mostre d’arte e di incontri culturali. Scopo primario dell’istituzione è la promozione della cultura e dell’arte attraverso l’ampliamento della conoscenza del nome e della figura di Mario LattesScrittore e pittore originalissimo, Mario Lattes è stato un testimone lucido e anticonformista, artista di respiro internazionale cui va il merito della diffusione in Italia di pittori e autori stranieri di grande valore. La Fondazione non ha scopo di lucro, nel quadro delle finalità statutarie, dà luogo alle più diverse iniziative di studio e di ricerca culturale, curandole direttamente o in collaborazione con altri Enti o Istituzioni.

Tra le principali attività rientra l’organizzazione di mostre, del Premio Letterario Internazionale Bottari Lattes Grinzane, di convegni tematici, di progetti per le scuole e di concerti.

LEGGI PIÙ INFO


FONDAZIONE BOTTARI LATTES

Via Marconi, 16
12065 Monforte d’Alba (Cn)
Tel: +39 0173789282
segreteria@fondazionebottarilattes.it

 


SPAZIO DON CHISCIOTTE

via della Rocca, 37
10123 Torino
+39 011/19.77.17.51
segreteria@spaziodonchisciotte.it


BIBLIOTECA PINACOTECA “MARIO LATTES”

Via Garibaldi, 14
12065 Monforte d’Alba (Cn)
Tel: +39 0173789282
archiviobiblioteca@fondazionebottarilattes.it

 


MARIO LATTES


Mario Lattes (Torino 1923-2001), pittore, scrittore ed editore, è stato un personaggio di spicco nel mondo culturale del capoluogo piemontese del secondo dopoguerra e del nostro passato prossimo. Ebreo laico, uomo solitario e complesso, la sua arte risente delle vicende e della psicologia di questo popolo: umorismo amaro e sarcastico, pessimismo e lontananza.
Artista dalla sensibilità meticcia e dal respiro davvero internazionale, Lattes ha innovato anche nel campo dell’editoria, facendosi promotore di nuovi autori e pubblicando riviste letterarie, “Galleria Arti e Lettere“, “Questioni“, e di settore, “Notizie Lattes“.




CONTATTI


Fondazione Bottari Lattes
Via Marconi, 16
12065 Monforte d’Alba (Cuneo)
Tel. +39 0173.789282
Fax +39 0173.789671
segreteria@fondazionebottarilattes.it

CF. 93044840044

Spazio Don Chisciotte
Via della Rocca, 37 – Torino
Tel. +39 011.19771755
segreteria@spaziodonchisciotte.it

Biblioteca Pinacoteca “Mario Lattes”
Via Garibaldi, 14
12065 Monforte d’Alba (Cuneo)
Tel. +39 0173.78646
Fax +39 0173.789671
archiviobiblioteca@fondazionebottarilattes.it

Questo contenuto non è visibile senza l'uso dei cookies.

Utilizziamo  cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Leggi la nostra Cookie policy.
Clicca su "Accetta cookies" o continua la navigazione per consentirne l'utilizzo. Potrai in qualsiasi momento revocare il consenso usando il pulsante "Revoca consesno ai cookie" nel piede del sito.