Cambi di stagione 2010: Festival internazionale di musica da camera

Logo cambi di stagione prima edizione

Comincia venerdì 19 marzo 2010 Cambi di stagione, il nuovo Festival internazionale di musica da camera organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes a Monforte d’Alba nel proprio Auditorium.
Con quattro concerti in tre giorni – dal venerdì alla domenica la Fondazione dà il benvenuto alla primavera.


Cambi di stagione è infatti un festival distribuito in quattro momenti dell’anno, in corrispondenza con gli inizi delle stagioni, e permetterà al suo pubblico di assistere in un fine settimana, oltre che a concerti di pregio e alle mostre d’arte ospitate negli spazi espositivi della Fondazione, anche alle mutazioni del paesaggio e della proposta enogastronomica.

auditorium-bottari-lattes-piano

Gli appuntamenti primaverili, in dettaglio:

  • venerdì 19 marzo, ore 21: recital di Chloë Hanslip (violino) e Roderick Chadwick (pianoforte). Musiche di Beethoven e Brahms. A soli 22 anni la violinista inglese Chloë Hanslip ha già raggiunto una solida fama internazionale. La sua recente incisione per Naxos del Concerto per Violino di John Adams con la Royal Philharmonic Orchestra sotto la direzione di Leonard Slatkin è al secondo posto nella classifica dei cd più venduti in Inghilterra e il critico Philip Clark della rivista Gramophone ha scritto di lei “il fatto di aver suonato così dovrebbe bastare a garantire a Chloë la fama per tutta la vita”. I suoi due dischi precedenti con la London Symphony Orchestra per Warner Classics hanno vinto rispettivamente il Premio Eko-Klassik in Germania per il miglior debutto nel 2002 e il Premio per il Miglior Giovane Musicista Inglese nel 2003.
  • sabato 20 marzo, ore 21: concerto di Chloë Hanslip con gli Archi dell’Orchestra Filarmonica di Torino.
    Musiche di Vivaldi, Skalkottas e Mozart. L’Orchestra Filarmonica di Torino si è guadagnata negli ultimi anni un ruolo di assoluto rilievo nel panorama italiano. Partner di solisti e direttori di primissimo piano, ha stretto legami importanti con alcuni dei musicisti europei più interessanti del presente – da Micha Hamel a Federico Maria Sardelli, da Emanuele Arciuli a Yoram David, da Robert Cohen a Umberto Benedetti Michelangeli, Dora Schwarzberg, Robert Cohen… – e la straordinaria crescita del suo pubblico di abbonati a Torino (+70% in due anni) testimonia la magia e la spettacolarità delle proprie esibizioni.
  • domenica 21 marzo, ore 12: recital di Roderick Chadwick (pianoforte).
    Musiche di Chopin, Szymanowski, Anderson e Ravel
    Roderick Chadwick è uno dei pianisti più interessanti usciti dalla Royal Academy of Music di Londra. Attivo come solista oltre che come camerista, ha suonato in molti dei luoghi musicali più importanti della Gran Bretagna, tra i quali The Free Trade Hall a Manchester, la Wigmore Hall e i festival di Aldeburgh, Buxton, Brighton and Huddersfield. Ha debuttato al London South Bank eseguendo il Concerto per pianoforte e orchestra di Tippett alla Queen Elizabeth Hall. Collabora regolarmente con le violiniste Chloë Hanslip e Narimichi Kawabata, con le quali si è esibito in luoghi come il Seoul Arts Centre, l’ Auditorium du Louvre, lo Schloss Elmau e la Tokyo Opera City. Attualmente insegna alla Royal Academy of Music di Londra.
  • domenica 21 marzo, ore 17: concerto del Quartetto d’archi della Scala.
    Musiche di Schubert, Mozart e Ravel
    Come ha scritto Riccardo Muti

il Quartetto d’archi della Scala composto da Manara, Negri, Braconi e Polidori è di rara eccellenza tecnica e musicale. La bellezza del suono e la preziosa cantabilità, propria di chi ha grande dimestichezza anche con il mondo dell’Opera, ne fanno un gruppo da ascoltare con particolare gioia ed emozione.

Una caratteristica di ogni appuntamento di Cambi di stagione è che solisti di rilievo internazionale (provenienti dal Canada, dalla Francia, dalla Finlandia, dalla Russia e dalla Gran Bretaga) si fermano a Monforte per tutto il periodo e si esibiscono in varie combinazioni, nel più autentico spirito della musica da camera.
Un’altra particolarità è che Cambi di stagione si è collegato con piccoli festival europei, con i quali intrattiene dei rapporti di collaborazione. Per il 2010 si comincia con il prezioso Charleston Manor Festival, in Gran Bretagna, che nel mese di giugno ospita una mostra di Mario Lattes.

Gli appuntamenti nei fine settimana:

  • 18-20 giugno
  • 24-26 settembre
  • 10-12 dicembre

coinvolgono tra gli altri Philippe Graffin (violino), Claire Désert (pianoforte), il Quartetto Alcan, Anna Kravtchenko (pianoforte), il Trio Debussy, Robert Cohen (violoncello), Heini Karkkainen (pianoforte), il Quintetto Bibiena, Emanuele Arciuli (pianoforte), il Soloduo (duo di chitarre) e ancora gli Archi dell’Orchesta Filarmonica di Torino.
La Direzione Artistica del progetto è stata affidata a Nicola Campogrande.

Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo contenuto non è visibile senza l'uso dei cookies.

Utilizziamo  cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Leggi la nostra Cookie policy.
Clicca su "Accetta cookies" o continua la navigazione per consentirne l'utilizzo. Potrai in qualsiasi momento revocare il consenso usando il pulsante "Revoca consesno ai cookie" nel piede del sito.