Javier Marias vince il premio
La quercia 2015

Lectio magistralis 2015 Javier Marias

Per le sue capacità indiscusse di indagare, attraverso i suoi romanzi, le difficoltà degli uomini di fare i conti col passato, del desiderio e della capacità di occultarlo e di manipolarlo.

La rete del suo narrare, gettata sul fluire della vita, è capace di afferrarne ogni aspetto, con indiscussa nitidezza

Il vincitore della sezione La quercia è lo scrittore spagnolo Javier Marìas.
 La Giuria Tecnica, presieduta dal prof. Gianluigi Beccaria, all’unanimità, ha scelto come vincitore della sezione La Quercia, dedicata a Mario Lattes, lo scrittore Javier Marìas

Javier Marìas tiene una Lectio Magistralis venerdì 23 ottobre, a Torino presso il Teatro Gobetti, con ingresso libero fino ad esaurimento posti.

La consegna del Premio avviene durante la cerimonia del 24 ottobre presso il Castello di Grinzane (CN), durante la quale verrà proclamato anche il vincitore della sezione Il Germoglio.

Javier Marias

Javier Marìas, (Madrid, 1951) raffinato saggista, traduttore, giornalista, è anche, oggi, uno dei più grandi e geniali scrittori del mondo, autore di romanzi indimenticabili come I territori del lupo, Domani nella battaglia pensa a me, Traversare l’orizzonte, Il secolo, L’uomo sentimentale, Tutte le anime, Un cuore così bianco, Nera schiena del tempo, Gli innamoramenti; e poi Il tuo volto domani, gigantesca e inquietante storia in tre volumi, dove scava a fondo sulle attività dei servizi segreti ricavandone un grandioso affresco sulla pace e sulla guerra, sulla violenza e la paura, sulla impossibilità di conoscere gli altri e se stessi. Da poco è stato tradotto in Italia Così comincia il male (Asì empieza lo malo, 2014). Javier Marìas, pur essendo un eccezionale indagatore del tempo e della memoria, non è autore di romanzi storici, o realistici. Narra dell’uomo con le sue grandezze e le sue miserie, con le sue ambiguità morali; è capace di tragedia, di pietà, di cruda violenza, e insieme di ilarità e pungente ironia. È affascinato dal male individuale e collettivo, dai crimini, dall’orrore e dall’indifferenza di fronte ad essi. I suoi romanzi assumono nel corso dello svolgimento vari punti di vista, grazie anche alla capacità dell’autore di costruire storie in cui il pensiero sembra contare più dell’azione.
Marìas è scrittore che lavora a fondo, lentamente, la propria pagina, offrendoci testi di raffinato montaggio (Così comincia il male è costruito intorno a due trame complementari, che confluiscono una nell’altra,  la storia collettiva e la storia privata, la Spagna uscita dal franchismo e la vicenda di un matrimonio fallito) e di eccezionale musicalità dove l’elemento ritmico è decisivo, perché sa che la vita, senza il filtro della letteratura, che la rinarra e la scandisce, sarebbe per l’autore e per chi legge, materiale inerte.

La quercia

La sezione La Quercia del Premio Bottari Lattes Grinzane, dedicata a Mario Lattes (editore, scrittore, pittore, scomparso nel 2001), individua e premia l’opera di un autore affermato, che nel corso del tempo si sia dimostrata meritevole di un condiviso apprezzamento critico e di pubblico, per permettere di riscoprire un grande scrittore internazionale.
Tra gli ultimi vincitori Patrick Modiano, poco dopo insignito del Nobel, e lo scorso anno Martin Amis.
Promuovono e collaborano al Premio Bottari Lattes Grinzane: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte, Unione Comuni Colline di Langa e del Barolo, Comune di Alba, Comune di Grinzane Cavour, Comune di Monforte d’Alba, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Banor, Cantina Terre del Barolo, Banca d’Alba, Enoteca Regionale Piemontese Cavour, Tu Langhe Roero.

La giuria tecnica

Gian Luigi Beccaria (Presidente)
Professore Emerito Storia della Lingua Italiana -Università di Torino

Valter Boggione
Docente di Letteratura Italiana e Saggista

Alessandra Comazzi
Giornalista, «La Stampa»

Paolo Di Stefano
Giornalista, «Corriere della Sera» – Scrittore

Giacomo Jori

Professore Letteratura Italiana – Università Svizzera Italiana

Franco Marcoaldi
Poeta e scrittore

Michela Marzano
Professore di Filosofia, Università Parigi – Deputato

Marco Vallora
Critico d’arte, «La Stampa – Lo Specchio»

 

Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *