MOSTRE


Una delle attività principali della Fondazione Bottari Lattes è l’ideazione e l’allestimento di mostre d’arte figurativa e scultorea negli spazi espositivi della Fondazione. L’intento è la valorizzazione ed l’eventuale riscoperta di grandi artisti, italiani e internazionali, nel solco della promozione culturale intrapresa da Mario Lattes nella sua multiforme attività di pittore, scrittore, editore e creativo.

Tra le mostre realizzate negli espositivi della Fondazione: Mario Lattes o la solitudine delle marionette (marzo-aprile 2010); Matthew Spender – Sulle tracce di Eva (giugno-luglio 2010); Pensare Caravaggio (dicembre 2010-febbraio 2011); Mario Lattes su carta;  Su Carta – opere di Gianfranco Ferroni e Sergio Saroni (ottobre-dicembre 2011); Nudi d’autore – fotografie di Minkkinen e Fontana (marzo-aprile 2011); Freud-Rembrandt. Incisioni (marzo-giugno 2012); Pepi Merisio / Mario Dondero. Diario fotografico (settembre-ottobre 2012); la rassegna fotografica SituAzioni1 a Murazzano (19 luglio – 4 agosto 2013); Situazioni 2 (19 luglio – 31 agosto 2014) la mostra Fotografia e Narrazione per la rassegna FotograficaMente (22 settembre – 17 novembre 2013) con scatti del fotoreporter Uliano Lucas e di altri fotografi, rassegna replicata nel 2014 (19 luglio – 31 agosto) con la partecipazione di importanti gallerie italiane e dei fotografi Monika Bulaj e Luciano Romano; la mostra Dentro il sogno: messaggi in scatola di Chiara Briganti (23 marzo – 15 giugno 2014); Marcel Mathys – Passaggio (21 settembre – 31 ottobre 2014); Italo Cremona – ironico e visionario (19 luglio – 23 agosto 2015), allestita a Palazzo Tovegni a Murazzano (Cn); Segni di Londra (20 settembre – 20 dicembre 2015), collettiva di artisti londinesi; l’installazione Dancing Landscapes (10 ottobre 2015 – 20 marzo 2016) di Caterina Tiazzoldi e Eduardo Benamor Duarte, inaugurata con una performance di danza di Annagrazia D’Antico.

Sono state inoltre organizzate le personali di Mario Lattes I teatrini di via Calandra presso la Fondazione Montis Regalis di Mondovì – Cn (2 – 16 luglio 2011); Frammenti di identità alla Galleria del Ponte di Torino (21 settembre – 12 novembre 2011); L’io spezzato alla Galleria Massucco di Acqui Terme (Al) (4 ottobre – 9 novembre 2013).

Nel 2013 la Fondazione ha aperto a Torino lo Spazio espositivo Don Chisciotte (via della Rocca, 37), dove sono state allestite le mostre: Pittoriscrittori (18 aprile-22 giugno 2013) con opere di artisti del Novecento come De Pisis e Savinio; Opere su carta (luglio-settembre 2013) con lavori tra gli altri di Fontana e Melotti; Mario Lattes. Incisioni (8 ottobre-16 novembre 2013); Mario Calandri (26 novembre 2013-25 gennaio 2014); la collettiva con Gallizio, Lattes, Velly, Melotti, Tabusso e altri artisti del Novecento (4 febbraio – 29 marzo 2014), inclusi i contemporanei Riccardo Cordero, Raffaele Mondazzi; Dancing Landscapes (ottobre 2015 – marzo 2016), un’ installazione di Caterina Tiazzoldi e Eduardo Benamor Duarte; Le stanze de “La musique du silence” (novembre 2015 – gennaio 2016) con opere di Gianfranco Ferroni; Identità Ebraica (gennaio-marzo 2016) con opere di Mario Lattes, Carlo Levi, Stefano Levi Della Torre, Paola Levi Montalcini, Ugo Malvano, Dario Treves; Mario Lattes Su Carta (aprile-luglio 2016). A settembre ha inaugurato la sezione torinese della mostra Roberto Demarchi. Forma, materia e spirito e da novembre è allestita la mostra Là dove interviene il disegno. La fotografia a cura di Luca Panaro, con opere inedite dei fotografi Mario Cresci, Bruno Di Bello, Franco Vaccari e Paolo Ventura.

Nel 2015 La Fondazione Bottari Lattes ha indetto un concorso di illustrazione per gli studenti dello Ied di Torino. La vincitrice, Carolina Grosa, ha realizzato i decori e la locandina della terza edizione di Vivolibro.

Da non dimenticare inoltre le mostre allestite a Praga: Mario Lattes tra pittura e letteratura nella galleria Diamant e nell’Istituto Italiano di Cultura (all’ 1 al 26 ottobre 2014).

La mostra in corso

Mostre in programma

Mostre passate