Premio Bottari Lattes Grinzane: novità in giuria e nei finalisti

Premio Bottari Lattes Grinzane b a n d o t e r z a e d i z i o n e

Tre novità per la III edizione del Premio Bottari Lattes Grinzane: Sebastiano Vassalli entra in Giuria e i finalisti passano da tre a cinque.

Gli studenti cui spetta l’ultimo giudizio salgono da 130 a 180.

 

«È bene che un premio letterario abbia sempre un armonioso rapporto fra continuità e novità – spiega Giorgio Bárberi Squarotti, presidente della Giuria Tecnica del Premio –, rigorosa ma non rigida nel primo caso, non eccessiva e deformante nel secondo. Si dilata la partecipazione al Premio, sia per quel che riguarda gli autori, sia per quel che si riferisce alle giurie scolastiche. L’altra novità è (direi) qualitativa: a far parte della Giuria Tecnica interviene anche Sebastiano Vassalli, il narratore alacre e valorosissimo che è anche il critico sagace e curioso delle letterature antiche e contemporanee, e l’indagatore dei costumi umani e politici dei nostri decenni. Per tutti il premio sarà l’ulteriore occasione di bellezza e verità».

Sebastiano Vassalli

Sebastiano Vassalli

Organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane, il riconoscimento è suddiviso in due sezioni: Il Germoglio e La Quercia.
Per la sezione Il Germoglio, i libri in concorso saranno valutati in un primo momento dalla Giuria Tecnica della quale fanno parte: Giorgio Bárberi Squarotti (Presidente), Valter Boggione, Gian Arturo Ferrari, Paolo Mauri, Bruno Quaranta, Lidia Ravera, Giovanni Santambrogio, Sebastiano Vassalli, Serena Vitale.
Nel mese di aprile 2013 la Giuria individuerà una rosa di cinque romanzi finalisti (italiani o stranieri), che saranno annunciati durante la cerimonia di designazione a Monforte d’Alba (Cn), scelti sulla base del loro valore letterario e della rappresentatività delle tendenze più vive e originali della narrativa contemporanea.

La parola passerà quindi ai giovani. Nei mesi tra maggio settembre i cinque libri saranno letti e discussi dai 180 ragazzi delle dodici Giurie Scolastiche, una a Barcellona presso il Liceo Scientifico Italiano “Edoardo Amaldi” e undici in Italia:

  • Liceo Scientifico “Leonardo Cocito” di Alba (Cn)
  • Liceo Scientifico Statale “Enrico Fermi” di Bari
  • Liceo Scientifico “Giolitti-Gandino” di Bra (Cn)
  • Liceo delle Scienze Umane “G. Turrisi Colonna” di Catania
  • Liceo Classico Statale “Silvio Pellico” di Cuneo
  • Liceo Classico Statale “A. D’Oria” di Genova
  • Liceo Classico Statale “Gioacchino da Fiore” di Rende (Cs)
  • Liceo Ginnasio Statale “Virgilio” di Roma
  • Liceo Ginnasio “Enea Silvio Piccolomini” di Siena
  • Liceo Classico “Massimo D’Azeglio” di Torino
  • Liceo Scientifico “G. B. Benedetti” di Venezia

A ottobre 2013 i ragazzi esprimeranno in diretta il loro voto nel corso della cerimonia di premiazione, in
programma a Torino, e parteciperanno a incontri e workshop per confrontarsi con i cinque finalisti.

Bando Premio Bottari Lattes Grinzane terza edizione

Sezione Il germoglio

1. Possono concorrere al Premio Bottari Lattes Grinzane – sezione Il Germoglio le opere di narrativa di
autori italiani e stranieri edite in Italia nel periodo compreso fra il mese di gennaio 2012 e gennaio 2013.
2. Le opere inviate devono improrogabilmente pervenire, in 14 copie, alla Segreteria del Premio
(Fondazione Bottari Lattes – via Marconi, 16 – 12065 Monforte d’Alba – tel. 0173/78.92.82) entro e non
oltre il 20 gennaio 2013.
3. La Giuria Tecnica – presieduta da Giorgio Bárberi Squarotti – si riunirà nel mese di aprile 2013 per
individuare, a suo insindacabile giudizio, una rosa di cinque opere finaliste, selezionate in base al criterio del valore letterario e della rappresentatività delle tendenze più vive e originali della narrativa contemporanea.
4. I cinque finalisti si aggiudicano un premio di 2.500 euro ciascuno. La rosa dei cinque finalisti sarà resa
nota durante la cerimonia di designazione che si terrà il giorno seguente la riunione della Giuria Tecnica, nel mese di aprile 2013 a Monforte d’Alba.
5. Le cinque opere finaliste saranno soggette al giudizio delle dodici Giurie Scolastiche, le
quali decreteranno il vincitore a cui andrà un ulteriore premio di 2.500 euro (per un totale di 5.000 euro).
Le Giurie Scolastiche, scelte dalla Fondazione Bottari Lattes, sono attivate presso dodici istituti, undici in
Italia e uno all’estero, e sono costituite ciascuna da 15 componenti, scelti autonomamente dagli insegnanti dell’istituto di appartenenza. L’insieme dei voti espressi dalle dodici Giurie Scolastiche determinerà il vincitore, che sarà proclamato nel corso della cerimonia finale, in presenza del Notaio del Premio.
6. Gli editori delle cinque opere finaliste dovranno inviare in omaggio alla Segreteria 80 copie dei volumi, destinate alle Giurie Scolastiche.
7. La premiazione avrà luogo a Torino nel mese di ottobre 2013. Condizione imprescindibile per
l’attribuzione dei montepremi è la presenza dei cinque scrittori finalisti alla cerimonia di premiazione e la disponibilità ad effettuare, nei due giorni immediatamente precedenti la cerimonia, un workshop con i
dodici studenti delegati delle Giurie Scolastiche e un incontrocon gli studenti del territorio.
8.La partecipazione al Premio da parte di editori e autori implica l’accettazione delle norme del bando. Per tutto quanto non contemplato nel bando è competente a deliberare la Fondazione Bottari Lattes, che
promuove e organizza la manifestazione insieme con l’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane.

Sezione La quercia

1. Il Premio Bottari Lattes Grinzane – sezione La Quercia viene attribuito a insindacabile giudizio della Giuria Tecnica a un libro di narrativa italiana o straniera, che si sia dimostrato nel corso del tempo meritevole di un condiviso apprezzamento critico.
2. Il riconoscimento è dedicato a Mario Lattes.
3. L’autore dell’opera vincitrice riceverà un premio di 10.000 euro. Il vincitore della sezione La Quercia sarà reso noto durante la cerimonia di designazione, che si terrà il giorno seguente la riunione della Giuria Tecnica, nel mese di aprile 2013 a Monforte d’Alba.
4. L’editore dell’opera vincitrice dovrà inviare in omaggio alla Segreteria del Premio 50 copie del volume.
5. La premiazione avrà luogo a Torino nel mese di ottobre 2013 contestualmente con quella dei quattro
finalisti e del vincitore della sezione Il Germoglio. Al vincitore, oltre alla presenza alla cerimonia di
premiazione, è richiesta la disponibilità a tenere, il giorno precedente (o quello immediatamente
successivo) nella sede stabilita dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’Associazione Premio Bottari Lattes
Grinzane, una lectio magistralis su un tema letterario a scelta dell’autore.

 

Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo contenuto non è visibile senza l'uso dei cookies.

Utilizziamo  cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Leggi la nostra Cookie policy.
Clicca su "Accetta cookies" o continua la navigazione per consentirne l'utilizzo. Potrai in qualsiasi momento revocare il consenso usando il pulsante "Revoca consesno ai cookie" nel piede del sito.