PREMIO BOTTARI LATTES GRINZANE


Il Premio Internazionale Bottari Lattes Grinzane rappresenta la rinascita, in una nuova veste sobria e rinnovata, del Premio Grinzane Cavour. Il premio letterario è rivolto a opere di narrativa italiana e straniera edita in Italia. È diviso in due sezioni: Il Germoglio, destinata alla scoperta di nuovi autori e La Quercia, dedicata a Mario Lattes, volta a riscoprire un grande scrittore già affermato. In accordo con lo spirito originario del Premio Grinzane Cavour, voluto da Don Francesco Meotto, il Premio Bottari Lattes Grinzane intende coinvolgere direttamente i giovani. Viene infatti riproposto il sistema delle Giurie Scolastiche, composte da studenti di scuole superiori italiane e una straniera, che per eleggere il vincitore della sezione Il Germoglio valutano le opere finaliste precedentemente scelte dalla Giuria Tecnica.

Dalla quarta edizione la cerimonia finale di premiazione si svolge al Castello di Grinzane Cavour, tra le colline del Barolo, patrimonio dell’Unesco.

Per la Sezione Il Germoglio sono annoverati tra i finalisti l’irlandese Colum McCann con Questo bacio vada al mondo intero (Rizzoli), vincitore della prima edizione – 2011; Romana Petri con Tutta la vita (Longanesi), vincitrice della seconda edizione – 2012; l’islandese Jón Kalman Stefánsson con Paradiso e inferno (Iperborea); Melania Gaia Mazzucco con Limbo (Einaudi), vincitrice della terza edizione – 2013; l’americano Chad Harbach con L’arte di vivere in difesa (Rizzoli); l’israeliana Zeruya Shalev con Quel che resta della vita (Feltrinelli); l’americano Andrew Sean Greer con Le vite impossibili di Greta Wells (Bompiani), vincitore della quarta edizione – 2014; l’americano Peter Cameron con Il weekend (Adelphi); il norvegese Kim Leine con Il fiordo dell’eternità (Guanda); Marco Balzano con L’ultimo arrivato (Sellerio); il danese Morten Brask con La vita perfetta di William Sidis (Iperborea); lo svizzero Charles Lewinsky con Un regalo del Führer (Einaudi).

Il Premio per la sezione La Quercia è stato vinto nel 2015 dallo scrittore spagnolo Javier Marías; nel 2014 è andato a London Fields (Einaudi, 2009) di Martin Amis; nel 2013 a L’Ingegnere in blu (Adelphi, 2008) di Alberto Arbasino; nel 2012 a Dora Bruder (Guanda, 2004) di Patrick Modiano (Premio Nobel 2014) e nel 2011 a Bartleby e Compagnia (Feltrinelli, 2002) di Enrique Vila-Matas.

PRIMA EDIZIONE  2011

LA QUERCIA

Enrique Vila-Matas (Spagna), Feltrinelli

IL GERMOGLIO

  • Colum McCann (Irlanda), Questo bacio vada al mondo intero, Rizzoli – vincitore
  • Caterina Bonvicini, Il sorriso lento, Garzanti – finalista
  • Valerio Magrelli, Addio al calcio, Einaudi – finalista

SECONDA EDIZIONE 2012

LA QUERCIA

Patrick Modiano (Francia), Einaudi

IL GERMOGLIO

  • Romana Petri, Tutta la vita, Longanesi – vincitrice
  • Laura Pariani, La valle delle donne lupo, Einaudi – finalista
  • Jón Kalman Stefánsson (Islanda), Paradiso e inferno, Iperborea – finalista

TERZA EDIZIONE 2013

LA QUERCIA

Alberto Arbasino, Adelphi

IL GERMOGLIO

  • Melania Gaia Mazzucco, Limbo, Einaudi – vincitrice
  • Chad Harbach (USA), L’arte di vivere in difesa, Rizzoli – finalista
  • Ugo Riccarelli, L’amore graffia il mondo, Mondadori – finalista
  • Zeruya Shalev (Israele), Quel che resta della vita, Feltrinelli – finalista

QUARTA EDIZIONE 2014

LA QUERCIA

Martin Amis (UK), Einaudi

IL GERMOGLIO

  • Andrew Sean Greer (Usa), Le vite impossibili di Greta Wells, Bompiani – vincitore
  • Stefania Bertola, Ragazze mancine, Einaudi – finalista
  • Peter Cameron (Usa), Il weekend, Adelphi – finalista
  • Kim Leine (Norvegia), Il fiordo dell’eternità, Guanda – finalista
  • Alessandro Mari, Gli alberi hanno il tuo nome, Feltrinelli – finalista

QUINTA EDIZIONE 2015

LA QUERCIA

Javier Marías (Spagna), Einaudi

IL GERMOGLIO

  • Morten Brask (Danimarca), La vita perfetta di William Sidis, Iperborea – vincitore
  • Novita Amadei, Dentro c’è una strada per Parigi, Neri Pozza – finalista
  • Marco Balzano, L’ultimo arrivato, Sellerio – finalista
  • Charles Lewinsky (Svizzera), Un regalo del Führer, Einaudi – finalista
  • Elisa Ruotolo, Ovunque, proteggici, nottetempo – finalista

SESTA EDIZIONE 2016

LA QUERCIA

Amos Oz (Israele), Feltrinelli

IL GERMOGLIO

  • Joachim Meyerhoff, Quando tutto tornerà a essere come non è mai stato, Marsilio, 2015 – vincitore
  • Hakan Günday, Ancóra, Marcos y Marcos, 2016 – finalista
  • Emilio Jona, Il celeste scolaro, Neri Pozza, 2015 – finalista
  • Robert Seethaler, Una vita intera, Neri Pozza, 2015 – finalista

La giuria tecnica

Premio BLG VI edizione 2016

  • Gian Luigi Beccaria (Presidente) Professore Emerito Storia della Lingua Italiana Università di Torino
  • Valter Boggione Docente di Letteratura Italiana e Saggista
  • Vittorio Coletti Linguista e Lessicografo
  • Alessandra Comazzi Giornalista, La Stampa
  • Paolo Di Stefano Giornalista, Corriere della Sera – Scrittore
  • Giacomo Jori Professore Letteratura Italiana – Università Svizzera Italiana
  • Laura Pariani Scrittrice
  • Enzo Restagno Critico e Storico della musica
  • Marco Vallora Critico d’arte, La Stampa – Lo Specchio

La giuria scolastica è composta da 240 studenti provenienti da:

  • Liceo Classico “V. Alfieri” di Asti
  • Liceo Classico “Gioberti” di Torino
  • Liceo Scientifico “L. Cocito” di Alba
  • Liceo Scientifico “Pacinotti” di La Spezia
  • Liceo Artistico di Aosta
  • Liceo Scientifico “Belfiore” di Mantova
  • Liceo “Leopardi-Majorana” di Pordenone
  • Liceo Classico “Galilei” di Pisa
  • Liceo Classico “M. T. Varrone” di Rieti
  • Liceo “Galanti” di Campobasso
  • Liceo Classico “Pansini” di Napoli
  • Istituto di Istruzione Superiore “Giordano Bruno” di Perugia
  • Liceo Classico “Campanella” di Reggio Calabria
  • Liceo Scientifico “G. Marconi” di Sassari
  • Liceo Italiano “Leonardo da Vinci” di Parigi

SETTIMA EDIZIONE 2017

LA QUERCIA

 

IL GERMOGLIO