L'OPERA OMNIA DI MARIO LATTES


Invito presentazione Incendio del Regio

Tra gli obiettivi primari della Fondazione Bottari Lattes, c’è la volontà di pubblicare l’Opera Omnia dell’autore. Il progetto, supportato dal Consiglio di Amministrazione e dal Comitato Scientifico della Fondazione, si avvia nel luglio del 2015.
Il 21 febbraio del 2017 il gruppo di lavoro si riunisce presso lo Spazio Don Chisciotte di Torino e stabilisce la creazione del Comitato scientifico per l’Edizione dell’Opera Omnia di Mario Lattes, composto dai professori Mariarosa Masoero (coordinatrice), Giovanni Barberi Squarotti e Loris Maria Marchetti. Viene individuata anche una segreteria del gruppo, l’archivista e bibliotecaria Simona Dinapoli.
Tutti gli incontri e le decisioni sono riportati nei verbali redatti alla fine di ogni riunione e disponibili su richiesta.

I membri si riuniscono alcune volte presso la Casa Editrice Lattes in cui sono conservate le carte autografe dell’autore; valutata attentamente la tipologia di materiale presente, i professori impostano i criteri, i parametri e il piano dell’Opera.
Il Comitato determina, a seguire, i criteri di massima dell’opera, composta da tutto le opere pubblicate in vita dall’autore, debitamente riviste dal curatore, collazionate con i materiali d’archivio disponibili e corrette da eventuali refusi. Per le opere inedite o pubblicate postume si farà riferimento alle redazioni presenti nell’archivio riordinato prevedendo, per questi documenti, una più ampia introduzione. Tutti i testi saranno inoltre corredati da una breve introduzione di presentazione critica e una essenziale “notizia sul testo” di lunghezza variabile a seconda dei problemi che l’opera (o il corpus) comporta/presenta (si darà conto principalmente dell’iter compositivo e delle vicende editoriali del testo).
Circa il commento, si prevede un sobrio apparato di note relative a personaggi, eventi storici o biografici specificatamente collegati al contesto narrativo, a usi lessicali stilisticamente connotati.

Il Consiglio di Amministrazione, nel novembre del 2017, a seguito di una serie di valutazioni e preventivi tra le principali Case Editrici Italiane, viste anche le caratteristiche dell’opera, stabilisce di pubblicare il lavoro con la Casa Editrice Leo Olschki di Firenze. Il progetto approvato prevede la pubblicazione di 3 volumi corredati da un cofanetto in cartone per un totale di circa 2000 pagine. Si ipotizza infine di presentare l’Opera per il decennale della Fondazione, tra l’ottobre e il novembre del 2019.

Il Comitato, in accordo con Caterina Bottari Lattes, Adolfo Ivaldi e Manfredi Di Nardo, e considerate le esperienze personali, la tipologia di lavoro nonché la validità scientifica del progetto, stabiliscono di selezionare e coinvolgere alcuni dottori di ricerca nella stesura dell’Opera Omnia.
Al momento sono stati selezionati i dottori: Alessandro Botta, Luca Federico, Fulvio Pevere e Moreno Savoretti. Le selezioni sono ancora aperte.

Il piano dell’Opera definitivo è così delineato:

Introduzione di carattere generale su Mario Lattes scrittore, a cura dei componenti del comitato editoriale;
Corpus opere con introduzione e commento:
I romanzi:
La stanza dei giochi, a cura di Luca Federico;
Il Borghese di Ventura;
L’Incendio del Regio, a cura di Moreno Savoretti;
L’Amore è niente;
Il Castello d’Acqua, a cura di Loris Maria Marchetti;
L’Esaurimento nervoso, a cura di Fulvio Pevere;
I racconti, a cura di Giovanni Barberi Squarotti;
I saggi, a cura di Alessandro Botta;
Le opere teatrali, a cura di Moreno Savoretti;
Le poesie, a cura di Mariarosa Masoero;
La tesi di laurea (Il Ghetto di Varsavia);
Le recensioni, a cura di Alessandro Botta;
Biografia, a cura di Simona Dinapoli;
Bibliografia, a cura di Simona Dinapoli;
Appendice di materiale redazionale o archivistico di rilievo e di interesse letterario.
Si valuterà l’opportunità di predisporre indici dei nomi e dei toponimi.

I lavori sulle carte originali, iniziati nel 2017, proseguiranno per tutto il 2018 e per la primavera del 2019.

Per informazioni e/o candidature scrivere a: archiviobiblioteca@fondazionebottarilattes.it



Questo contenuto non è visibile senza l'uso dei cookies.

Utilizziamo  cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Leggi la nostra Cookie policy.
Clicca su "Accetta cookies" o continua la navigazione per consentirne l'utilizzo. Potrai in qualsiasi momento revocare il consenso usando il pulsante "Revoca consesno ai cookie" nel piede del sito.