SPAZIO DON CHISCIOTTE


Nell’aprile del 2013 è cominciata l’attività del nuovo Spazio Don Chisciotte, ideato e voluto da Caterina Bottari Lattes.

Lo spazio espositivo porta il nome della storica galleria romana diretta da Giuliano De Marsanich, inaugurata con una mostra personale di Mario Lattes nel 1962 e presentata da Alberto Moravia, con la finalità di continuare con altri collaboratori l’attività cominciata a Roma tanti anni fa. Don Chisciotte significa rischio ma anche speranza.

Sembra questo il modo migliore per ricordare Mario Lattes, figura d’intellettuale anomalo nel panorama torinese della seconda metà del Novecento, uomo che ha saputo osservare criticamente il proprio tempo, proponendo un modello culturale, che si rivela ancora oggi attuale e stimolante.

Lo spazio ha inaugurato con Pittoriscrittori, curata da Vincenzo Gatti: una ventina di opere di alcuni protagonisti culturali del Novecento, che hanno dedicato la loro vita alla pittura e alla letteratura, alle immagini e alle parole: Luigi Bartolini, Dino Buzzati, Italo Cremona, Filippo de Pisis, Albino Galvano, Mario Lattes, Carlo Levi, Alberto Savinio, Emilio Tadini.

A seguire, le esposizioni Opere su carta, con i lavori di Luigi Bartolini, Lucio Fontana, Franco Francese, Nicola Galante, Marco Gastini, Mario Lattes, Marino Marini, Fausto Melotti, Ennio Morlotti, Enrico Paulucci, Sergio Saroni, Jean-Pierre Velly; Mario Lattes. Incisioni, una piccola antologia della vastissima produzione incisoria di Mario Lattes che comprende più di 400 fogli realizzati tra gli anni Cinquanta e gli anni Novanta; Mario Calandri, con una ventina di opere pittoriche e grafiche dell’artista torinese; Opere scelte dalla Collezione Bottari Lattes, con opere, tra gli altri, di Pinot Gallizio, Gianfranco Ferroni, Italo Cremona e degli scultori Riccardo Cordero e Raffaele Mondazzi; Ritratti, mostra personale di Tullio Pericoli; Angelo Garoglio interpreta le sculture di Medardo Rosso, con l’opera Bambino ebreo visibile al pubblico per la prima volta; La pittura dimenticata. Mario Lattes e l’informale in Italia fra gli anni ’50 e ’60 , collettiva con artisti quali Tancredi Parmeggiani, Piero Simondo, Alfredo Chighine e Sergio Romiti; la personale di Gianfranco Ferroni  Le stanze de La musique du silence, e quelle di Massimo Ghiotti, Bruno Martinazzi, Mauro Chessa.

Il 2016 si è aperto con la collettiva Identità ebraica con opere dei pittori torinesi Mario Lattes, Carlo Levi, Stefano Levi Della Torre, Paola Levi Montalcini, Ugo Malvano e Dario Treves, seguita dalla mostra di approfondimento sulle opere su carta di Mario Lattes. A settembre ha inaugurato la sezione torinese della mostra Roberto Demarchi. Forma, materia e spirito e da novembre è allestita la mostra Là dove interviene il disegno. La fotografia a cura di Luca Panaro, con opere inedite dei fotografi Mario Cresci, Bruno Di Bello, Franco Vaccari e Paolo Ventura.

Nel corso del 2017 si sono susseguite le mostre di Jean Pierre Velly, con le sue incisioni visionarie, una selezione delle opere di Mario Lattes in occasione dell’intitolazione a suo nome dei giardini di piazza Maria Teresa, e la personale di Mario Chianese. Chiude l’anno la mostra fotografica di Guido Harari con i ritratti dei più famosi musicisti rock.

Il 2018 si apre con una collettiva dal titolo Le forme dell’attesa, la personale diCarlo Terzolo, La realtà immaginatala mostra fotografica Art Kane. Visionary a cura di Guido Harari nell’ambito del festival Fo.To. Fotografi a TorinoMario Lattes dall’informale al figurativo e la personale Ruggeri. Opere su carta (dal 1958 al 2008) a cura di Francesco Poli.

La prima esposizione del 2019 è dedicata alla rappresentazione della Shoah e della cultura ebraica nelle opere di Mario Lattes e presenta la ricerca svolta dagli studenti del Liceo Gioberti sugli effetti delle leggi razziali del 1938 su professori e allievi dell’istituto, tra i quali lo stesso Lattes. Dal 7 marzo lo Spazio ospita la personale dell’artista e poeta statunitense David Ruff.

Questo spazio torinese ospita non solo eventi artistici, ma anche letterari e musicali, ponendosi come luogo d’incontro in cui artisti, intellettuali, esperti o semplici curiosi possano scambiarsi idee, proposte e progetti.



La mostra in corso

Mostre future

Mostre ed eventi passati

Mario Lattes artista poliedrico

Mostra organizzata da Fondazione Bottari Lattes in collaborazione con Famija Albèisa in occasione del Premio Lattes Grinzane 2019

Madeleine Frochaux “Une étoile de plus”

Prosegue fino al 30 giugno la mostra Une étoile de plus (Una stella in più) di Madeleine Frochaux

Michele Pellegrino. Persone

Gli scatti in bianco e nero del fotografo cuneese che racconta la vita attraverso i volti in una mostra organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes

David Ruff “Seeming Confines”

Dal Bronx fino al Piemonte:

Il Giorno della Memoria alla Fondazione Bottari Lattes a Torino

Mario Lattes. Non dimenticare

Ruggeri. Opere su carta (dal 1958 al 2008)”

Inaugurazione mercoledì 31 ottobre ore 18

Mario Lattes dall’informale al figurativo

Opere inedite e nuove acquisizioni della collezione della Fondazione Bottari Lattes

Eso Peluzzi Il pittore delle more di Cairo. Figure, luoghi e cose in un respiro d’infinito nei dipinti dal 1912 al 1983

Palazzo Tovegni, Via Adami 5 – Murazzano (Alta Langa, Cuneo)

Mario Dondero e Lorenzo Foglio – Lo scatto umano

Vite, volti e mestieri nelle immagini di Mario Dondero e del fotografo-postino Lorenzo Foglio

Art Kane. Visionary

Tra musica, moda e impegno civile 

Mario Lattes dalla pittura informale all’arte figurativa

«Il pennello di Lattes segue gli impulsi, le emozioni, gli abbandoni di una irrimediabile inquietudine».

Carlo Terzolo. La realtà immaginata

Inaugurazione: sabato 10 marzo ore 18 Mostra da sabato 10 marzo a sabato 21 aprile 2018

“Le forme dell’attesa”:
cinque artisti internazionali
dell’Art Prize CBM

Israele, Italia, Macedonia, Porto Rico, Russia Fotografia e videoarte

Wall of Sound 10 di Guido Harari

Il successo che sta registrando la mostra fotografica Wall of Sound 10 di Guido Harari allo Spazio Don Chisciotte della Fondazione Bottari Lattes (via della Rocca 37b) ha convinto gli organizzatori a prorogarla fino fino al 20 gennaio 2018.

Aperture domenicali della mostra Wall of Sound 10 con Guido Harari

Spazio Don Chisciotte della Fondazione Bottari Lattes Via della Rocca 37b, Torino Orario: da martedì a sabato ore 10,30-12,30 e ore 15-19; domenica 3, domenica 10, domenica 17 e domenica 24 ore 15-19. Venerdì 8 dicembre chiuso

Incontro sulla fotografia musicale con Guido Harari e Enrico Remmert

Vedere la musica. Ascoltare le immagini. Lo scrittore Enrico Remmert conversa con il fotografo Guido Harari in occasione della mostra di ritratti rock “Wall of Sound 10” Martedì 28 novembre 2017, ore 18.30 Spazio Don Chisciotte della Fondazione Bottari Lattes Via della Rocca 37b, Torino

“Pittori/Poeti/Pittori”, mostra tra arte e poesia a cura di Marco Vallora

«Non amo che i quadri che non ho dipinto, amo viceversa alcune mie liriche…» Filippo De Pisis Filippo de Pisis, Franco Fortini, Alfonso Gatto, Mario Lattes, Carlo Levi, Mino Maccari, Eugenio Montale, Pier Paolo Pasolini, Giuseppe Zigaina

Guido Harari
Wall of Sound 10 a Torino

Laurie Anderson, David Bowie, Jeff Buckley, Kate Bush, Vinicio Capossela, Nick Cave, Clash, Leonard Cohen, Paolo Conte, Lucio Dalla, Fabrizio De André, Enzo Jannacci, Bob Dylan,

Il tempo, la luce, la terra, la memoria
La natura in sessant’anni di ricerca di Mario Chianese

Artista figurativo tra i maggiori del secondo Novecento per l’intensità e la freschezza dell’approccio alla natura,

Le “Prospettive variabili” di Renato Brazzani

Architetto, pittore-viaggiatore e studioso dell’anamorfosi, l’artista torinese Renato Brazzani è al centro dalla personale Prospettive variabili che la Fondazione Bottari Lattes di Monforte d’Alba (Cn) gli dedica da sabato 30 settembre a sabato 2 dicembre 2017.

Oltre 2.000 visitatori alla mostra di Guido Harari

Si chiude con oltre 2.000 visitatori la mostra di Guido Harari  Wall of Sound 10 alla Fondazione Bottari Lattes  Prossimo appuntamento a Torino: dal 26 ottobre al 24 dicembre allo Spazio Don Chisciotte di via Della Rocca (Mart.-sab.: ore 10,30-12,30 e 15-19)

In occasione di Attraverso Festival il fotografo Guido Harari racconta la mostra Wall of Sound 10 alla Fondazione Bottari Lattes

Venerdì 1 settembre 2017 visite dalle ore 15.30 Prima e dopo lo spettacolo di Marco Paolini Orari mostra fino a sabato 2 settembre 2017 (Lun.-ven.: ore 10-12 e 14.30-17 – Sabato: ore 15.30-18.30) Fondazione Bottari Lattes (Via Marconi, 16 – Monforte d’Alba, Cn)

Aperture straordinarie per la mostra Wall of Sound 10 di Guido Harari

Con l’estate e in occasione di Monfortinjazz, la Fondazione Bottari Lattes prolunga gli orari di apertura della mostra Wall of Sound 10, dedicata alle fotografie di Guido Harari, tra i ritrattisti più famosi della storia della musica, capace di raccontare le leggende del rock, del jazz e del pop in uno scatto.

Gli scatti di Guido Harari alla mostra “Wall of Sound 10”

Nelle Langhe le leggende della musica ritratte da Guido Harari con la mostra Wall of Sound 10 della Fondazione Bottari Lattes.

Giornata dedicata a Mario Lattes – Giovedì 11 maggio 2017

A Torino un convegno, una mostra e un giardino dedicati a Mario Lattes editore, pittore, scrittore e animatore culturale dal Dopoguerra Giovedì 11 maggio

Là dove interviene il disegno
La fotografia

Inaugurazione giovedì 17 novembre 2016 ore 18.00 mostra dal 18 novembre 2016 al 28 gennaio 2017 Spazio Don Chisciotte, via della Rocca 37b – Torino

Roberto Demarchi
Forma, materia e spirito

Spazio Don Chisciotte Via della Rocca 37, Torino Inaugurazione giovedì 15 settembre ore 18 Dal 15 settembre al 6 novembre 2016 martedì – sabato ore 10.30 – 12.30; 15-19. Fondazione Bottari Lattes Via Marconi 16, Monforte d’Alba (CN) Inaugurazione sabato 17 settembre ore 18 Dal 17 settembre al 12 novembre 2016 lunedì – venerdì ore 14.30-17; sabato – domenica ore 15.30-18.30.

ROBERTO DEMARCHI
Forma, materia e spirito

Una mostra, Tre appuntamenti: Il 9 luglio alle ore 18, la Fondazione Bottari Lattes in collaborazione con il Comune di Murazzano inaugura la mostra Forma, materia e spirito di Roberto Demarchi, visitabile fino al 21 agosto presso Palazzo Tovegni di Murazzano.

Walter Bonatti
Fotografie dai grandi spazi

Mostra  promossa e prodotta da Contrasto, Civita e GAmm Giunti in collaborazione con l’Archivio Bonatti, e organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes in collaborazione con l’Associazione Giulia Falletti di Barolo.

Mario Lattes su carta

Il 7 aprile alle ore 18.00 inaugura la mostra di Mario Lattes Su carta curata da Vincenzo Gatti, allo Spazio Don Chisciotte di Torino. La Fondazione Bottari Lattes ospita nel suo spazio espositivo torinese, una rassegna di opere dal vastissimo patrimonio di fogli da lui elaborati nel corso di alcuni decenni.

Identità ebraica

La Fondazione Bottari Lattes desidera celebrare il Giorno della Memoria con una mostra dedicata all’Identità Ebraica (dal 29 gennaio al 19 marzo 2016) così come vissuta da sei pittori che, a partire dai primi decenni del secolo scorso, hanno operato a Torino.

Gianfranco Ferroni

Il 3 novembre alle ore 18 si inaugura presso lo Spazio Don Chisciotte la mostra di Gianfranco Ferroni. Dopo molti anni dall’ultima sua mostra di Ferroni a Torino (Galleria Davico, 1992), la Fondazione Bottari Lattes propone un’ampia e articolata rassegna dell’artista, presentata in catalogo da Marco Vallora.

In rotta verso New York. Chiacchierata tra due piloti

Martedì 13 ottobre ore 18.00, incontro tra lo scrittore Emilio Jona e il pittore Mauro Chessa, nell’ambito della mostra New York, New York! Presso lo Spazio Don Chisciotte di Torino. Una fruttuoso e poetico confronto tra artisti. 

Inaugurazione della Biblioteca e Pinacoteca Mario Lattes: Dancing Landscapes a Monforte d’Alba

Il 10 ottobre 2015 alle ore 9.45 il Presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz, in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria da parte del Comune di Monforte d’Alba, ha inaugurato la Biblioteca e Pinacoteca della Fondazione Bottari Lattes, intitolata a Mario Lattes.

Dancing landscape a Monforte d’Alba

Il 10 ottobre 2015 alle ore 9.45, è presentata l’installazione DANCING LANDSCAPES degli architetti Caterina Tiazzoldi e Eduardo Benamor Duarte, alla presenza del Presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz che, in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria da parte del Comune di Monforte d’Alba, alle ore 9 inaugurerà anche la Biblioteca e Pinacoteca della Fondazione Bottari Lattes, intitolata a Mario Lattes. Oltre 15.000 volumi provenienti dalla collezione privata di Mario e Caterina Lattes e dall’archivio del Premio Bottari Lattes Grinzane e oltre 400 opere pittoriche di Mario Lattes.

Segni di Londra

La mostra Segni di Londra include dodici artisti accomunati non da uno stile o tecnica particolari, ma da affinità elettive. Dialogando tra loro da tempo, questi artisti riconoscono le reciproche affinità e rispettano le differenze, o meglio, rispondono allo stimolo delle differenze. Si tratta di un gruppo la cui intesa è basata sull’amicizia piuttosto che su uno stile comune.

Mauro Chessa. New York, New York!

New York è la capitale del Novecento. Celebrata da artisti, fotografi e musicisti; immortalata dal cinema, che l’ha resa un luogo dell’immaginario prima ancora che un luogo fisico, reale. Si scopre Venezia, Londra o Parigi solo andandoci. A New York, in qualche modo, siamo stati tutti. Anche chi non si è mai mosso da casa propria.

Italo Cremona ironico e visionario

La Fondazione Bottari Lattes, in occasione del 110° anniversario della nascita di Italo Cremona, presenta presso il Comune di Murazzano una rassegna di opere scelte, per la maggior parte provenienti dalla collezione di Caterina Bottari Lattes, che ben documentano l’attività di questo protagonista della scena artistica e intellettuale del Novecento.

Scusate il disordine, Carolina Grosa

Lo Spazio Don Chisciotte  ospiterà dal 3 al 31 luglio 2015 la prima mostra personale di Carolina Grosa.

Esprit de géométrie, Massimo Ghiotti

Lo Spazio Don Chisciotte ospita fino al 20 giugno la mostra dello scultore Massimo Ghiotti Esprit de géométrie, a cura di Vincenzo Gatti. Sono presentate opere di piccole e medie dimensioni, realizzate prevalentemente in acciaio inossidabile o in acciaio colorato o patinato: una parte è realizzata attraverso l’utilizzo di un solido, ricavato in barre modulari.

Disegni, sculture e gioielli di Bruno Martinazzi

Lo Spazio Don Chisciotte ospiterà l’artista Bruno Martinazzi, scultore e orafo di fama internazionale.
 Tra le opere in mostra, curata da Massimo Ghiotti, sculture di media dimensione che vanno dagli anni ‘80 agli anni ’90 e una serie di piccole sculture intitolata Pagine di pietra.

La pittura dimenticata Mario Lattes e l’Informale in Italia, tra gli anni ’50 e ’60

Dal 21 novembre 2014 al 31 gennaio 2014 a Torino, allo Spazio Don Chisciotte della Fondazione Bottari Lattes è in programma la mostra La pittura dimenticata. Mario Lattes e l’Informale in Italia, tra gli anni ’50 e ’60.

Angelo Garoglio e Medardo Rosso

La scultura di Medardo Rosso e la fotografia di Angelo Garoglio insieme per una mostra in programma da mercoledì 15 ottobre a domenica 9 novembre 2014, allo Spazio Don Chisciotte a Torino. Orario: martedì- sabato ore 10.30-12.30 e 15.30-19.30. 

A Praga dal 1° al 26 ottobre l’antologica di Mario Lattes tra letteratura e pittura

La Galleria SVU Diamant e l’Istituto Italiano di cultura presentano 30 opere di Mario Lattes, tra oli, tecniche miste, acquerelli, incisioni e una serie di fogli di appunti e di memoria, provenienti dalla Collezione Bottari Lattes.

Passaggio di Marcel Mathys

Monforte d’Alba (CN) celebra Marcel Mathys (Neuchatel, 1933) con due iniziative 
di grande interesse. Il pomeriggio di sabato 20 settembre, alle ore 17.00, viene inaugurata la nuova porta in bronzo che l’artista svizzero ha realizzato per la chiesa di Sant’Agostino.

Giovanni M. Cabras allo Spazio Don Chisciotte

Dal 20 giugno al 6 settembre 2014, lo Spazio Don Chisciotte  ospita la personale di Giovanni M. Cabras, dal titolo Corpo variante. La mostra è visibile fino al 6 settembre 2014 con i seguenti orari: martedì- sabato ore 10.30-12.30 e ore 15.30-19.30.

Situazioni 2

Dal 19 luglio al 31 agosto 2014, a Palazzo Tovegni di Murazzano (CN), si tiene la mostra SituAzioni 2 che presenta le opere di sei fotografi, rappresentati da altrettante gallerie, tra quelle più interessanti e attive del panorama italiano (Media partner: Photographers.it).

I nuovi ritratti di Tullio Pericoli

Tullio Pericoli a Torino con nuovissimi ritratti mai esposti prima. Il noto ritrattista italiano, conosciuto in tutto il mondo per aver saputo trasmettere con il suo segno elegante e ironico le personalità di autori come Ernest Hemingway, Franz Kafka, Virginia Woolf e Pier Paolo Pasolini, è allo Spazio Don Chisciotte

Dentro il sogno, Chiara Briganti

In mostra alla Fondazione Bottari Lattes i lavori dell’artista che gioca con collages, luci e citazioni letterarie Dentro il sogno: i ‘messaggi in scatola’ di Chiara Briganti è la mostra della Fondazione Bottari Lattes in programma da domenica 23 marzo a domenica 15 giugno a Monforte d’Alba.

Collettiva di artisti del Novecento: opere scelte della Fondazione

Dal 4 febbraio al 29 marzo 2014 sono in esposizione allo Spazio Don Chisciotte, in una collettiva di artisti del Novecento da Mario Calandri a Jean Pierre Velly in cui la pittura novecentesca dialoga con la scultura contemporanea. 

Mario Calandri, opere scelte allo Spazio Don Chisciotte

Mario Calandri in mostra allo Spazio Don Chisciotte di Torino A vent’anni dalla scomparsa e a ridosso del centenario della nascita di Mario Calandri (1914-1993), la Fondazione Bottari Lattes ricorda l’artista con una rassegna di opere scelte presso lo Spazio Don Chisciotte di Torino.

Spazio Don Chisciotte a The others

Spazio Don Chisciotte e Fondazione Bottari Lattes partecipano a The Others con Mario Lattes e gli artisti contemporanei Corina Cohal, Anna Guazzotti, Giovanni Tamburelli venerdì 8, sabato 9, domenica 10 novembre 2013 all’Ex carcere Le nuove di Torino.

Mario Lattes. Incisioni allo Spazio Don Chisciotte

La seconda mostra dedicata a Lattes si concentra sulle sue incisioni. Martedì 8 ottobre alle ore 18 presso lo Spazio Don Chisciotte di Torino inaugura Mario Lattes. Incisioni, dall’8 ottobre al 16 novembre a Torino.

Mario Lattes, L’io spezzato

Acqui Terme, Galleria Massucco (4 ottobre – 9 novembre 2013). Mostra e catalogo a cura di Marco Vallora E per non essere didascalici: didascalie. Le più assottigliate ed acuminate possibili, ritagliate e scollate tra loro: ‘dida’ come si dice nel gergo editorial-giornalistico, senza perdere tempo, rastremando.

Opere su carta, Artisti del Novecento allo Spazio Don Chisciotte

Opere su carta: dodici artisti del Novecento sono in mostra allo Spazio Don Chisciotte di Caterina Bottari Lattes fino al 30 settembre (Torino, Via della Rocca, 37). La rassegna raccoglie un gruppo di fogli scelti di artisti del Novecento. 

Pittoriscrittori, collettiva con Savinio, De Pisis, Buzzati e Lattes

Nove pittori scrittori per un nuovo spazio espositivo. Giovedì 18 aprile apre a Torino (ore 18, via della Rocca 37) Spazio Don Chisciotte con la mostra Pittoriscrittori: una ventina di opere di alcuni protagonisti culturali del Novecento, che hanno dedicato la loro vita alla pittura e alla letteratura, alle immagini e alle parole.

Mario Lattes è qui

Mario Lattes è qui Mostra permanente alla Fondazione Bottari Lattes Il pennello di Lattes segue gli impulsi, le emozioni, gli abbandoni di una irrimediabile inquietudine.  Così Vittorio Sgarbi nel 1988 ha definito i lavori di Mario Lattes, editore, pittore, scrittore scomparso nel 2001.

I novant’anni dalla nascita di Mario Lattes: le celebrazioni a Torino e Acqui Terme

Pittore e incisore, ma anche scrittore, editore e ideatore di iniziative culturali. Tutto questo è stato Mario Lattes, intellettuale nato a Torino nel 1923 e scomparso nel 2001. Per rendere omaggio alla sua figura e alla sua multiforme attività artistica e culturale, la Fondazione Bottari Lattes celebra i 90 anni dalla nascita di Lattes.

Mostra di Lucien Freud e Rembrandt Harmenszoon van Rijn

La  mostra Freud-Rembrandt. Incisioni curata da Vincenzo Gatti, affianca due artisti che hanno operato a distanza di quattro secoli l’uno dall’altro: il pittore britannico Lucien Freud (1922-2011) e il maestro olandese Rembrandt Harmenszoon van Rijn (1606-1669). Fondazione Bottari Lattes a Monforte d’Alba, dal 17 marzo al 17 giugno.

Mario Lattes, Frammenti di identità

Mario Lattes, La Galleria del Ponte. Inaugurazione Mercoledì 21 Settembre 2011 ore 18, apertura fino al 12 Novembre A MARIO MIO MAESTRO DI VITA

I teatrini di Via Calandra

Se lo studio è il grembo accogliente che attende dall’artista d’esser fecondato, la dimensione domestica è il laboratorio dove le emozioni si distillano e dove le urgenze creative possono covare sotto le ceneri di una quotidianità nutrita dallo sfarinarsi dell’esistenza.

Nudi d’autore

Curata da Valerio Tazzetti, titolare della galleria torinese Photo & Contemporary, la mostra fotografica Nudi d’autore: fotografie di Fontana e Minkkinen inaugura sabato 19 marzo alle 18.

Pensare Caravaggio: 15 artisti per Michelangelo Merisi

15 artisti di oggi per ricordare a Monforte d’Alba dall’ 11 dicembre al 30 gennaio 2010 un grande artista di ieri, Michelangelo Merisi, a tutti noto come il Caravaggio. Non è un qualsiasi estemporaneo “omaggio a Caravaggio” quello che Caterina Bottari Lattes ha voluto per l’edizione invernale del Festival Cambi di Stagione nella sua Fondazione.

Matthew Spender: Sulle tracce di Eva, esposizione di scultura sull’eterno femminino.

Una mostra, due sedi. La mostra è quella dedicata alla produzione recente dell’artista anglo-toscano Mattew Spender intitolata Sulle tracce di Eva. Fondazione Bottari Lattes a Monforte d’Alba e Fondazione Peano a Cuneo la propongono in contemporanea dal 19 al 30 giugno.

Questo contenuto non è visibile senza l'uso dei cookies.

Utilizziamo  cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Leggi la nostra Cookie policy.
Clicca su "Accetta cookies" o continua la navigazione per consentirne l'utilizzo. Potrai in qualsiasi momento revocare il consenso usando il pulsante "Revoca consesno ai cookie" nel piede del sito.